Dentisti Lucca

, Toscana | Studio Dentistico Santa Apollonia | Odontoiatria e Medicina Specialistica
dentisti lucca   dentist lucca   dentist lucca de   dentist lucca ru   dentist lucca ci

QUALITA' DEL SONNO, QUALITA' DELLA VITA

Lei potrebbe essere uno dei tantissimi che russano

Non vi è nessuna ragione di sentirsi imbarazzato, anche se coloro che russano sono talora mal sopportati in famiglia, in vacanza e così via. Il russare è fra l’altro un evento assai frequente: il 45% dei maschi adulti russa periodicamnete, mentre il 25% lo fa continuamente e sempre più con il passare dell’età. Al di là dei problemi di convivenza è però fondamentale analizzare il problema: In alcuni casi, infatti, il russare può essere il primo segno di una grave condizione medica conosciuta come apnea ostruttiva del sonno (OSAS) che provoca spesso una eccessiva sonnolenza durante il giorno, non conseguente minor performance a casa e al lavoro, e che può sfociare facilemnte in molteplici patologie, talora anche molto gravi.

Per approfondire: www.clinicadelsonno.it

Quali sono le cause del russamento?

Il russamento è un rumore inspiratorio dovuto alla vibrazione dei tessuti molli della gola (tonsille, palato molle e ugola), conseguente al rapido movimento dell’aria inspirata a causa di un restringimento delle vie aeree. Molti sono i fattori che provocano una riduzione del diametro delle vie aeree: tonsille e adenoidi ingrossate, eccessiva lunghezza del palato molle, ostruzioni a livello delle vie aeree nasali, una posizione arretrata della mandibola, come nei soggetti con mento sfuggente, e nelle persone in sovrappeso un eccesso di tessuto adiposo nel collo. Tale fenomeno viene accentuato durante il sonno in quanto il tono muscolare ridotto provoca un eccessivo rilassamento della lingua che tende a cadere indietro sino a toccare la parete posteriore della gola. Il russamento viene favorito dalla posizione supina ma nei casi più gravi si verifica in tutte le posizioni.

Che cosa può fare l’ortodontista?

Egli esaminerà la bocca e i denti con l’aiuto di radiografie e dei modelli delle arcate, la conformazione dei mascellari e delle vie aeree con una teleradiografia craniale, la situazione dell’ATM (articolazione temporomandibolare). Questi esami congiunti alla visita gli consentiranno di costruire l’apparecchio più efficace per ogni singola esigenza. Dopo poche notti che l’apparecchio viene portato si inizia già a percepire un miglioramento dei sintomi soggettivi (sonnolenza diurna cefalea mattutina etc). È però corretto dopo 2-3 mesi di uso dell’apparecchio, che il paziente torni a ripetere un esame presso lo specialista del sonno per valutare l’efficacia dell’apparecchio ai fini della scomparsa del russamento e della apnea ostruttiva. Dopodiché controlli periodici dal Vostro ortodontista manterranno l’apparecchio sempre efficace nel tempo.



Scarica la brochure


p. iva 02157850468 - Privacy - Links - Sitemap - Questo sito non fa uso di Cookies